giovedì 19 febbraio 2015

Cancro al seno, prevenzione e sintomi da non sottovalutare
















DonnaWeb | Il Mattino

Il cancro al seno è una delle forme di tumore più comune tra le donne, molto temuta, ma fortunatamente per la quale la medicina ha fatto passi da gigante. Il rischio aumenta con l’età ma ci sono alcuni fattori che possono aumentarne ulteriormente le probabilità di comparsa, in questo articolo vi elencheremo quali sono le cose che ogni donna dovrebbe fare per prevenirlo.
1) Mantenere un peso sano, il sovrappeso o l’obesità aumentano il rischio di cancro al seno, le cellule grasse producono quantità di estrogeni che possono aumentare le possibilità di contrarre il male.
2) Informarsi sulla storia della propria famiglia cercando di scoprire chi ha avuto il cancro al seno.
3) Imparare ad osservare i propri seni e a capire se qualcosa non va.
4) Bevete con moderazione. Un bicchiere di vino rosso è salutare, ma il consumo eccessivo di alcol può essere fatale e aumentare il rischio di avere il cancro.
5) Fare esercizio fisico. L’attività fisica non solo mantiene il peso ma riduce anche le possibilità di contrarre il cancro al seno. Bastano anche un minimo di 60 minuti di esercizio cinque volte a settimana.
6) Sostenete le cause contro la lotta al cancro al seno. Donate tempo o denaro, anche pochi euro, per sostenere la ricerca che aiuterà milioni di donne.
7) I contraccettivi orali sono un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro al seno, ma il rischio diminuisce se li si è assunti per molto tempo  (le donne che hanno preso la pillola anticoncezionale più di 10 anni fa, per esempio, hanno gli stessi rischi come le donne che non hanno mai preso la pillola).
8) Conoscere tutti i rischi del cancro al seno in modo da avere un quadro completo della situazione.
9) Non siate timide dal dottore, fategli tutte le domande che ritenete opportune.
10) Rilassatevi. Anche se disponete di alcuni fattori di rischio di sviluppare la malattia non vuol dire che l’avete. Godetevi la vita, vivetela in modo sano in modo da ridurre il rischio e sentirsi meglio.

La mortalità per cancro al seno è decisamente diminuita e i medici puntano sempre più sulla prevenzione per questo gli esperti hanno indicato 5 sintomi che possono creare degli allarmi per cui magari è utile farsi visitare, anche se non significa automaticamente che possa essersi sviluppato un cancro.

Prurito, arrossamento e dolore del seno possono essere una spia. Ovviamente tutte le donne sanno che in alcuni periodi del ciclo il seno tende a gonfiarsi e a fare male, ma se si notano dolori sospetti e immotivati, arrossamenti e pruriti insistenti è meglio fare un controllo.
Il mal di schiena anche può essere un allarme. È importante sapere che i tumori a volte si possono sviluppare in profondità all'interno del tessuto del seno del torace e sentito nella spina dorsale o gabbia toracica.
Dolore sotto le ascelle. Anche questa può essere una spia. I linfonodi ascellari potrebbero indicare il cancro al seno allo stesso modo in cui i linfonodi del collo e della gola indicano una influenza.
Variazioni nella dimensione e nella consistenza del capezzolo devono accendere un campanello d'allarme. Così come devono suscitare attenzione le secrezioni anomale dal seno.
Un altro aspetto del seno che va tenuto sotto controllo per cotrastare l'eventuale presenza di cancro è l'aureola, se cambia di dimensione e colore è bene rivolgersi a un medico e sottoporsi a un controllo.

La prima forma di cura è la prevenzione, controllare il prorpio seno, palparlo regolarmente e non ignorare i piccoli segnali che lancia il nostro corpo sono il primo gesto del volersi bene e curarsi.


Nessun commento:

Posta un commento